Vettel

FotoEventi

Segui Mugello Circuit

  • Visita la pagina ufficiale dell'Autodromo su Facebook
  • Resta aggiornato con noi su Twitter
  • Canale Youtube
Vertice in Prefettura per il GP d'Italia: le decisioni PDF Stampa E-mail

Esaminati gli aspetti organizzativi del Gran Premio d’Italia che si svolge il prossimo  22 maggio al Mugello. Potenziati dall’Autodromo tutti i servizi offerti al pubblico. Confermata l’ordinanza antialcol.

Sicurezza degli spettatori, viabilità principale e alternativa, arrivo e deflusso del pubblico, parcheggi. Questi gli aspetti principali del piano che è stato messo a punto stamani in prefettura per la gara del campionato mondiale di motociclismo che si svolgerà all’autodromo del Mugello, prove comprese, dal 20 al 22 maggio. “Un tavolo per ascoltare le voci di tutti i protagonisti”,  lo ha definito il prefetto Alessio Giuffrida che oggi a Palazzo Medici Riccardi ha voluto rivedere e affinare un dispositivo rodato, in modo da garantire un’organizzazione sempre migliore ai tanti appassionati che seguiranno la corsa. Anche quest’anno è previsto l’arrivo di un gran numero di spettatori che, sulla base delle attuali prevendite, è stimato superiore del 15% a quello del 2015, quando nella sola giornata di gara si registrò un picco di 90mila presenze. Si tratta di una manifestazione sportiva che ha un notevole impatto su tutta l’area mugellana e che richiede un grande impegno da parte di tutti gli enti interessati. L’incontro di oggi è servito a mettere a fuoco gli aspetti principali della complessa macchina operativa, a cui seguiranno i tavoli tecnici in questura e presso il circuito. Alla riunione hanno partecipato il direttore dell’autodromo Paolo Poli, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, la polizia stradale, i vigili del fuoco, il consigliere della Città Metropolitana Angelo Bassi con la polizia provinciale, il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti, il vice sindaco di Borgo San Lorenzo Enrico Paoli, con le rispettive polizie municipali anche di Barberino di Mugello e  la Società Autostrade per l’Italia.
Tanti i temi affrontati a cominciare da uno degli aspetti più critici, l’afflusso e deflusso degli spettatori, per garantire una circolazione fluida soprattutto nella giornata del Gran Premio. Saranno intensificati tutti i servizi di viabilità e controllo da parte delle forze di polizia. La Società Autostrade disporrà al casello di Barberino il senso unico dalle ore 5 alle 12 di domenica 22 maggio (da autostrada verso la viabilità ordinaria), mentre nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, la situazione si invertirà per favorire il deflusso. Ci saranno poi piste dedicate alle sole moto. Rafforzato tutto il personale, anche ai caselli di Roncobilaccio e di Pian del Voglio. Gli automobilisti saranno tenuti informati attraverso i pannelli a messaggio variabile. Inoltre quest’anno è presente la Variante di Valico come ulteriore arteria praticabile. Sensi unici di marcia saranno disposti anche sulle strade provinciali per favorire lo scorrimento dei veicoli e sarà presente una segnaletica per informare sui percorsi alternativi. La polizia stradale curerà anche l’ incanalamento dei mezzi verso i parcheggi che sono stati aumentati e saranno ben organizzati con un maggior numero di addetti e volontari appositamente formati.
Per quanto riguarda la situazione all’interno dell’autodromo, gli organizzatori hanno rafforzato i servizi al pubblico, nella quantità e nella qualità, migliorando notevolmente l’offerta così da far vivere l’evento sportivo come un vero e proprio festival del motore. Per questo, una particolare attenzione sarà dedicata alla fine della gara, quando sarà permessa al pubblico una pacifica e ordinata invasione della pista, grazie agli steward ed alle infrastrutture appositamente predisposte,  in modo da garantire la sicurezza di tutti, spettatori e piloti, in un momento così intenso.
Sull’ordine ordine pubblico vigilerà la sala GOS, appoggiata da un elicottero, che svolgerà anche un attento controllo anti-scavalco lungo la recinzione dell’autodromo. Ci saranno poi i servizi antidroga da parte dei carabinieri e della guardia di finanza che opererà anche contro l’abusivismo commerciale e il bagarinaggio.

Infine, saranno adottati specifici provvedimenti per limitare l’uso dell’alcol e vietare l’introduzione, all’interno del circuito, di contenitori in vetro.