Vettel

FotoEventi

Segui Mugello Circuit

  • Visita la pagina ufficiale dell'Autodromo su Facebook
  • Resta aggiornato con noi su Twitter
  • Canale Youtube
Migliaia di tifosi al Mugello per la giornata conclusiva PDF Stampa E-mail

Le Finali Mondiali Ferrari 2017 si sono chiuse con uno

straordinario successo di pubblico. Oltre 40.000 persone sono accorse nel weekend al

Mugello approfittando della temperatura mite e richiamate dal numero record di

vetture che è stato possibile ammirare tra 488 Challenge, 458 Challenge EVO, Formula

1 e auto dei Programmi XX. Alla giornata conclusiva dell’evento non ha voluto mancare

il Presidente e Amministratore delegato Sergio Marchionne che ha salutato i clienti e

premiato il vincitore del Trofeo Pirelli, Fabio Leimer, prima di concedersi una

passeggiata in pitlane e per salutare i clienti e il pubblico sugli spalti e posare con piloti

e management per la foto di rito.

I campioni del mondo. La mattinata è stata dominata dalle ultime gare del Challenge

2017, quelle che hanno assegnato i titoli mondiali delle quattro classi e delle due

divisioni Gentlemen Cup e Ladies’ Cup. Il Trofeo Pirelli è stato vinto dallo svizzero Fabio

Leimer, con la 488 Challenge del team Octane 126, mentre Jens Liebhauser (Formula

Racing) ha completato la sua stagione da incorniciare aggiudicandosi anche il titolo

mondiale del Trofeo Pirelli Am. La Coppa Shell è invece andata all’altro pilota di

Formula Racing, il campione europeo Johnny Laursen. In questa gara sono state anche

assegnate la Gentlemen Cup, ad Henry Hassid (Charles Pozzi), e la Ladies’ Cup, che è

stata vinta da Fabienne Wohlwend (Octane 126). L’ultimo titolo iridato della 458

Challenge EVO è stato dello statunitense Joseph Rubbo (Ferrari of Long Island).

FXX-K EVO. La giornata ha anche visto l’ultima sessione di F1 Clienti Programmi XX,

una delle attività più speciali della Ferrari che è stata anche protagonista della serata di

gala del sabato alla Stazione Leopolda di Firenze. Dopo la premiazione dei campioni

continentali del Ferrari Challenge è stata infatti svelata la FXX-K EVO, l’evoluzione della

vettura presentata alle Finali Mondiali del 2014 caratterizzata da oltre 1050 cavalli e

dotata della tecnologia ibrida derivante dall’esperienza nel Mondiale di Formula 1 e

nelle competizioni GT ai massimi livelli.

La domenica. Il momento clou della manifestazione è stato lo show del primo

pomeriggio, che ha visto impegnati Giancarlo Fisichella, Andrea Bertolini e Davide

Rigon su altrettante F60 di Formula 1. Rigon è poi saltato sulla 488 GTE che guida

abitualmente sulle piste del World Endurance Championship dove ha dato il cambio al

compagno Sam Bird. Lo stesso hanno fatto sulla vettura 51 Alessandro Pier Guidi e

James Calado, attualmente in testa al campionato piloti, mentre la Ferrari si trova al

comando con margine tra i costruttori. A completare uno schieramento straordinario,

composto da 70 auto, sono poi state le vetture di F1 Clienti, quelle dei Programmi XX e

alcune GT da competizione tra le più gloriose. Prima delle foto di rito, davanti al

plotone di vetture, è arrivata la 125 S, la prima Ferrari costruita nel 1947, mentre dal

cielo planavano i Carabinieri della Sezione Paracadutismo Sportivo che sono atterrati in

pista con la bandiera tricolore e il Cavallino Rampante in giallo, simbolo della Casa di

Maranello.

Paddock ricchissimo. Migliaia di persone hanno assiepato il paddock, ricchissimo di

attrattive, per una foto con le vetture di Formula 1 nella tenda dedicata ai 70 anni o per

un acquisto al Ferrari Store o, ancora, per raccogliere un autografo durante la sessione

dedicata ai piloti Challenge tra i quali anche l’attore di Hollywood, Michael

Fassbender.